Home > Collaboratori > Salvo Sequenzia

Salvo Sequenzia

dicembre 30, 2019

Salvo Sequenzia è nato a Floridia, in provincia di Siracusa.
Semiologo, saggista, poeta e studioso di letterature comparate e di scienze dei linguaggi è autore di saggi, articoli e recensioni che spaziano dalla critica letteraria e d’arte alla semiotica, alla teoria dei codici e all’antropologia culturale.
Ha tradotto dall’ebraico biblico, dal greco antico e dal latino.
Dopo essersi dedicato all’insegnamento per alcuni anni, ha orientato i suoi interessi verso l’attività di ricerca e di divulgazione nell’ambito dei rapporti tra l’espressione letteraria  e artistica e le forme di rappresentazione dell’immaginario collettivo nell’Occidente europeo.
I suoi studi e le sue ricerche – a cui si dedica da oltre un trentennio –  sono orientati alla conoscenza della storia della mentalità attraverso l’analisi dei linguaggi e  dei processi comunicativi, della produzione  estetica e simbolica.
Ha curato l’allestimento di mostre e di esposizioni d’arte in Italia e all’estero.
E’ stato co-fondatore e presidente dell’Associazione no profit “Agorà”, promotrice, per oltre un trentennio, di attività culturali nella provincia di Siracusa.
Dal 1992 al 2012 è stato consulente per l’area umanistica della Biblioteca Multimediale Civica di Floridia.
Dal 1997 è presidente dell’Associazione “Shalom O.N.G.”, organizzazione non governativa che promuove in Europa attività e progetti socio-culturali.
Dal 2004 è presidente del “Circuito Europeo del no profit”, cartello di associazioni no profit che nei Paesi dell’Unione Europea e del Mediterraneo operano nel campo della valorizzazione dei beni immateriali.
Dal 2015 è Consulente scientifico del Museo etnografico Nunzio Bruno di Floridia.
Dal 2017 è consulente scientifico dell’Organizzazione Nuovi Segni e della Rete Euromediterranea della Conoscenza.
Ha pubblicato, fra l’altro, le raccolte di poesia Metafore e aquiloni (1987), con cui ha vinto il Premio Nazionale di Poesia “Casamicciola – Isola di Ischia” nel 1987; Caligo vitae (1991); Nel vuoto vaso di Kos (1993); Canzone di inverno (2002).
Come traduttore ha pubblicato Sinesio di Cirene: Inno Primo (1992), con cui ha vinto il Premio Nazionale “Valgimigli – Tradurre l’antico”; e, inoltre, la traduzione dall’ebraico del Cantico dei cantici (1994).
Ha pubblicato i saggi: Il semaforo e il codice (1996), Enzo Giudice. Figura d’enigma (1997), Elementare, Adso. Semiotica e detection nell’opera di Umberto Eco (1997), I luoghi del sacro (1999), Nelle terre di Xoridia (2005), Il trionfo triste della poesia. Per un ritratto di Enzo Giudice (2005); La corda spezzata dell’arrivo. Tra cinema e letteratura (2010); Si dice che il silenzio era fuggito. Storia di Lucio Piccolo di Calanovella, poeta e mago (2010); Turi Rovella e i Fedeli d’Amore (2010); Come un’ossessione deliziosa. In margine a “Nerolio”. Pasolini e Siracusa (2011); Carte segrete. Per una lettura politica de “Il Gattopardo (2012); Canone inverso. Il canone occidentale tra tradizione e innovazione. La “Valle delle cose perdute (2012); Floridia. Tracce, memoria e segni di una città plurale (2014); Scritture verticali (2014); Il “corsaro” e le lucciole. Pasolini tra mito, teatro e cinema (2014); Il testamento. Storia, tradizione e magistero dei Cavalieri Templari Federiciani, vol. I (2014); Il testamento. Donne esemplari nel medioevo, vol. II (2015); L’amara saggezza del narrare. Vincenzo Consolo e Los desastres de la guerra di Francisco Goya; Il palio dei palii di Sicilia (2016); Sindaci e podestà a Floridia 1837 -2012 (2018);  White Noise. Appunti per una poetica a venire (2019); White Noise. Il luogo del Bianco (2019);  Mediterraneo. Un luogo comune (2019); Una gioiosa perfezione. Salvatore Viganò coreografo tra due secoli (2020).

Suoi articoli e saggi sono apparsi su: Quaderni del cenobio fiorentino, Terzo Occhio, Critica-mente, Lunario nuovo, Notabilis, Pentelite, Floridia e dintorni, Letteratitudine, La frusta letteraria, Nuovi Segni, La Tribuna, Siracusa Press.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: