Home > Premi Letterari > Premio Strega 2022: la dozzina

Premio Strega 2022: la dozzina

marzo 31, 2022

Premio Strega 2022: i dodici libri che si contenderanno l’edizione 2022 del Premio Strega

 * * *

Sono questi i dodici libri che si contenderanno la LXXVI edizione del Premio Strega. Sono stati selezionati dal Comitato direttivo del premio – composto da Pietro Abate, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Ernesto Ferrero, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Dacia Maraini, Melania G. Mazzucco (presidente), Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi, Antonio Scurati e Giovanni Solimine – come comunicato stamattina dalla presidente Melania G. Mazzucco nell’ambito della conferenza stampa tenutasi presso la Camera di Commercio di Roma nella Sala del Tempio di Adriano.

Ecco l’elenco dei 12 libri del Premio Strega 2022.

  1. Marco AmerighiRandagi (Bollati Boringhieri), presentato da Silvia Ballestra;
  2. Fabio BacàNova (Adelphi), presentato da Diego De Silva;
  3. Alessandro BertanteMordi e fuggi (Baldini+Castoldi), presentato da Luca Doninelli;
  4. Alessandra CaratiE poi saremo salvi (Mondadori), presentato da Andrea Vitali;
  5. Mario DesiatiSpatriati(Einaudi), presentato da Alessandro Piperno;
  6. Veronica Galletta, Nina sull’argine, (minimum fax) presentato da Gianluca Lioni;
  7. Jana KaršaiováDivorzio di velluto (Feltrinelli), presentato da Gad Lerner;
  8. Marino Magliani, Il cannocchiale del tenente Dumont (L’Orma), presentato da Giuseppe Conte;
  9. Davide Orecchio, Storia aperta (Bompiani), presentato da Martina Testa;
  10. Claudio PiersantiQuel maledetto Vronskij (Rizzoli), presentato da Renata Colorni;
  11. Veronica Raimo, Niente di vero (Einaudi), presentato da Domenico Procacci;
  12. Daniela Ranieri, Stradario aggiornato di tutti i miei baci (Ponte alle Grazie), presentato da Loredana Lipperini.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 5 persone e testo

«Le 74 opere di narrativa proposte quest’anno al premio Strega sono state scritte o completate nei due anni di pandemia, nell’isolamento forzato e nella solitudine» ha dichiarato Melania G. Mazzucco, presidente del Comitato direttivo del premio. «In molti dei romanzi candidati i personaggi femminili – siano di finzione o di autofinzione – disegnano una nuova geografia umana. Donne non convenzionali, estranee agli stereotipi di genere. Bambine e ragazze anomale e diverse, amiche coraggiose, mogli divorziate, madri single, madri scriteriate, ossessivamente dedite ai figli o alla propria felicità, donne non madri per desiderio di indipendenza, che fanno i conti con la loro vocazione alla libertà e alla scrittura, e con l’esercizio di professioni altamente specializzate cui fino a pochi anni fa era loro vietato l’accesso. Voci graffianti e ironiche, saggiamente malinconiche o debordanti intelligenze, che testimoniano una svolta – ci auguriamo irreversibile – nella nostra società e nella nostra letteratura».

I dodici finalisti – Foto ©Musacchio, Ianniello, Pasqualini & Fucilla

I libri candidati saranno letti e votati da una giuria composta da 660 aventi diritto. Ai voti degli Amici della domenica si aggiungono quelli espressi da studiosi, traduttori e appassionati della nostra lingua e letteratura selezionati dagli Istituti italiani di cultura all’estero, lettori forti scelti da librerie indipendenti distribuite in tutta Italia, voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura, tra i quali i circoli istituiti dalle Biblioteche di Roma.

l libri in gara concorreranno inoltre alla IX edizione del Premio Strega Giovani e saranno letti e votati da una giuria composta da 1.000 studentesse e studenti provenienti da scuole secondarie superiori in Italia e all’estero.

A giugno gli autori candidati e finalisti alla LXXVI edizione del Premio Strega saranno ospiti di festival e manifestazioni culturali in tutta Italia. La proclamazione della cinquina finalista si terrà l’8 giugno a Benevento, al Teatro Romano, alla presenza dei dodici candidati e del pubblico, mentre l’elezione del vincitore si svolgerà giovedì 7 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.

Tra i molti appuntamenti organizzati dalla Fondazione Bellonci, per tutto il 2022, in occasione del centoventesimo anniversario della sua nascita, verrà ricordata con numerose iniziative culturali, Maria Bellonci, scrittrice e fondatrice del Premio Strega. Torneranno alcuni dei suoi libri più amati e altri introvabili da tempo, riproposti in una nuova veste editoriale.

A maggio uscirà per Mondadori in Oscar Cult un’edizione ampliata di Lucrezia Borgia, con l’introduzione di Giulia Caminito e la riproposizione dell’Intervista impossibile a Lucrezia scritta nel 1974 da Maria Bellonci per la Rai e andata in onda per il Secondo Programma della radio nell’estate dello stesso anno.

Inoltre, per la prima volta sarà disponibile l’audiolibro di Lucrezia Borgia letto da Anna Bonaiuto e pubblicato da Emons.

* * *

© Letteratitudine – www.letteratitudine.it

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook TwitterInstagram

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: