Home > Autoracconto d'autore (l'autore racconta il suo libro) > ORNELLA SGROI racconta LE CONTRADDIZIONI DEL MENTRE

ORNELLA SGROI racconta LE CONTRADDIZIONI DEL MENTRE

ottobre 19, 2015

ORNELLA SGROI racconta la sua raccolta di racconti “Le contraddizioni del mentre. Frammenti di vite(edizioni Le Farfalle)

di Ornella Sgroi

ornella-sgroi-filminscenaUna corsa contro il tempo, in una Milano di tram, metropolitane e treni regionali, attraversata in 24 minuti. La precarietà dei trentenni, economica ed affettiva, fotografata in un eterno Attendere prego lungo il percorso obbligato di un grande centro commerciale che vende sogni “a tasso zero”. L’invidia affettuosa di una divinità greca imprigionata nella statua senza testa de La dea di Lampedusa, che riflette sul proprio destino guardando a quello di una giovane donna. Una lettura ironica della dura vita di una giornalista freelance Morta a Venezia. E questo eterno presente in cui la Voce del verbo futuro è stata cancellata persino dalle pagine di vocabolari che nessuno sfoglia più.
Queste sono solo alcune delle dinamiche raccolte ne Le contraddizioni del mentre, che nasce dall’idea di catturare, attraverso storie brevi come fossero piccoli frammenti di vite, il senso del tempo e delle infinite possibilità che esso racchiude. Un senso misterioso e affascinante, indagato a partire da un gioco linguistico che, nella grammatica temporale, contrappone la “contemporaneità durativa” del mentre a quella “momentanea” del quando, per cui nel mentre succedono cose nel mondo o nella vita di una persona e contemporaneamente, nello stesso istante, altre si manifestano, accadono, per durare lungo tutto lo stesso intervallo di tempo.
Contemporaneamente, appunto. E sempre con dentro il seme di una qualche possibile modificabilità, a differenza del quando che invece finisce per essere in qualche modo istantaneo, categorico, immediato. Già finito nel momento stesso in cui si delinea. Senza altre possibilità di evolversi, cambiare, per migliorarsi o anche solo per peggiorare.
All’interno di questa cornice, sedici mentre – accomunati solo dall’incipit affidato a questa parola in continuo divenire e per il resto del tutto indipendenti l’uno dall’altro – fotografano momenti, cogliendo le contraddizioni del nostro presente, a volte evidenti, altre volte nascoste, che si mescolano a situazioni ed emozioni tratteggiate sempre con stile narrativo diverso, per assecondare l’umore, il tono e l’atmosfera di ogni singolo mentre.
Il regista Roberto Faenza, che con grande generosità ha firmato il risvolto di copertina, ha definito questi racconti «delicati e gentili, solidi e resistenti». E le «massicce dosi di ironia» che si scorrono tra le pagine, a suo avviso, «si rivelano componenti di stile e di linguaggio, tra un Mojito consumato come fosse vitamina e una risata incosciente di ragazzi».
All’ironia poi si alterna il dolore, alla sorpresa il disincanto, al desiderio la consapevolezza, alla leggerezza il tormento. Colti sempre con uno sguardo sulla contemporaneità – inteso stavolta come sguardo sull’oggi – che, se da un lato non fa sconti a nessuno, dall’altro insegue tracce di vita “extravaganti”, lontano dalle tendenze e dalle dinamiche fuggevoli del nostro vivere presente.
In un infinito scorrere di mentre, in cui tutto è nello stesso momento in cui già non è più e tutto non è più nel momento stesso in cui è già.

https://i2.wp.com/www.edizionilefarfalle.it/images/p042_1_01.png

* * *

L’autrice.
Ornella Sgroi, catanese, è giornalista culturale e critico cinematografico. Laureata in Giurisprudenza e con un dottorato di ricerca in Diritti dell’antichità, si è sempre occupata di Cultura, Spettacoli, Costume. E soprattutto di Cinema. Un amore nato quando ancora non sapeva leggere né scrivere.
Vive tra Catania e ogni altro ovunque possibile, purché ci sia una storia da raccontare o un film da vedere. Collabora con diverse testate tra carta stampata, televisione e web (tra cui la rubrica “Letteratitudine Cinema” di Letteratitudine). Tra le principali collaborazioni, la trasmissione Cinematografo di Rai Uno dal 2009, L’Espresso online, il quotidiano La Sicilia. Nel tempo libero scrive soggetti cinematografici e raccolte di racconti.
“Le contraddizioni del mentre” è il suo esordio nella narrativa.

* * *

La casa editrice.
Le edizioni Le Farfalle operano nel catanese pubblicando opere di poesia, teatro, narrativa, saggistica e arte. Una giovane casa editrice indipendente che può già vantare l’esistenza di un catalogo prestigioso con le firme, tra gli altri, di: Antonio Di Grado, Manlio Sgalambro, Silvana Grasso, Marinella Fiume, Anna Vasta.

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: