Home > Classifiche > CLASSIFICA: dal 10 al 16 settembre 2018 – segnaliamo “M. Il figlio del secolo” di Antonio Scurati (Bompiani)

CLASSIFICA: dal 10 al 16 settembre 2018 – segnaliamo “M. Il figlio del secolo” di Antonio Scurati (Bompiani)

settembre 21, 2018

I primi 40 titoli in classifica nella settimana dal 10 al 16 settembre 2018

Questa settimana segnaliamo: “M. Il figlio del secolo” di Antonio Scurati (Bompiani) – al 1° posto in classifica generale

* * *

Entra in top ten raggiungendo il 1° posto “M. Il figlio del secolo” di Antonio Scurati (Bompiani)

In seconda posizione (la settimana scorsa era in 2^ posizione) “Ora dimmi di te. Lettera a Matilda” di Andrea Camilleri (Bompiani)

In 3^ posizione (la settimana scorsa era al 2° posto) per “L’amica geniale. Vol. 1″ di Elena Ferrante (E/O), sulle ali della fiction Tv

Conferma il 4° posto “La ragazza con la Leica” di Helena Janeczek (Guanda)

Entra in top ten in 5^ posizione “L’ultimo giro della notte” di Michael Connelly (Piemme)

Al 6° posto (la settimana scorsa era in 3^ posizione) “Grido di guerra” di Wilbur Smith e David Churchill (Longanesi)

Al 7° posto (la settimana scorsa era in 10^ posizione) “Inganno. Tre ragazzi, il Sudtirolo in fiamme, i segreti della Guerra fredda” di Lilli Gruber (Rizzoli)

In 8^ posizione (la settimana scorsa era al 5° posto) “Il taglio di Dio” di Jeffery Deaver (Rizzoli)

Entra in top ten al 9° posto “Quinto comandamento” di Valerio Massimo Manfredi (Mondadori)

Entra in top ten in 10^ posizione “Peccato mortale. Un’indagine del commissario De Luca ” di Carlo Lucarelli (Einaudi)

* * *

Questa settimana segnaliamo: “M. Il figlio del secolo” di Antonio Scurati (Bompiani) – al 1° posto in classifica generale

Il primo romanzo sul fascismo raccontato attraverso Benito Mussolini: il figlio di un secolo che ci ha reso quello che siamo.

“Io sono lo sbandato per eccellenza, il protettore degli smobilitati, lo sperduto alla ricerca della strada. Ma l’azienda c’è e bisogna portarla avanti. In questa sala semivuota, dilatate le narici, fiuto il secolo, poi tendo il braccio, cerco il polso della folla e sono sicuro che il mio pubblico ci sia.”

Lui è come una bestia: sente il tempo che viene. Lo fiuta. E quel che fiuta è un’Italia sfinita, stanca della casta politica, della democrazia in agonia, dei moderati inetti e complici. Allora lui si mette a capo degli irregolari, dei delinquenti, degli incendiari e anche dei “puri”, i più fessi e i più feroci. Lui, invece, in un rapporto di Pubblica Sicurezza del 1919 è descritto come “intelligente, di forte costituzione, benché sifilitico, sensuale, emotivo, audace, facile alle pronte simpatie e antipatie, ambiziosissimo, al fondo sentimentale”. Lui è Benito Mussolini, ex leader socialista cacciato dal partito, agitatore politico indefesso, direttore di un piccolo giornale di opposizione. Sarebbe un personaggio da romanzo se non fosse l’uomo che più d’ogni altro ha marchiato a sangue il corpo dell’Italia. La saggistica ha dissezionato ogni aspetto della sua vita. Nessuno però aveva mai trattato la parabola di Mussolini e del fascismo come se si trattasse di un romanzo. Un romanzo – e questo è il punto cruciale – in cui d’inventato non c’è nulla. Non è inventato nulla del dramma di cui qui si compie il primo atto fatale, tra il 1919 e il 1925: nulla di ciò che Mussolini dice o pensa, nulla dei protagonisti – D’Annunzio, Margherita Sarfatti, un Matteotti stupefacente per il coraggio come per le ossessioni che lo divorano – né della pletora di squadristi, Arditi, socialisti, anarchici che sembrerebbero partoriti da uno sceneggiatore in stato di sovreccitazione creativa. Il risultato è un romanzo documentario impressionante non soltanto per la sterminata quantità di fonti a cui l’autore attinge, ma soprattutto per l’effetto che produce. Fatti dei quali credevamo di sapere tutto, una volta illuminati dal talento del romanziere, producono una storia che suona inaudita e un’opera senza precedenti nella letteratura italiana. Raccontando il fascismo come un romanzo, per la prima volta dall’interno e senza nessun filtro politico o ideologico, Scurati svela una realtà rimossa da decenni e di fatto rifonda il nostro antifascismo.

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 M. Il figlio del secolo Antonio Scurati Bompiani 24,00
2 Ora dimmi di te. Lettera a Matilda Andrea Camilleri Bompiani 14,00
3 L’amica geniale. Vol. 1 Elena Ferrante E/O 18,00
4 La ragazza con la Leica Helena Janeczek Guanda 18,00
5 L’ultimo giro della notte Michael Connelly Piemme 19,90
6 Grido di guerra Wilbur Smith; David Churchill Longanesi 22,00
7 Inganno. Tre ragazzi, il Sudtirolo in fiamme, i segreti della Guerra fredda Lilli Gruber Rizzoli 19,50
8 Il taglio di Dio Jeffery Deaver Rizzoli 20,00
9 Quinto comandamento Valerio Massimo Manfredi Mondadori 20,00
10 Peccato mortale. Un’indagine del commissario De Luca Carlo Lucarelli Einaudi 17,50

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

11 Eleanor Oliphant sta benissimo Gail Honeyman Garzanti Libri 17,90
12 Preghiera del mare Khaled Hosseini; R. Saviano (cur.) SEM 15,00
13 Il metodo Catalanotti Andrea Camilleri Sellerio Editore Palermo 14,00
14 Tutto si può ballare. La mia vita a tempo di musica Marco Cellucci Fabbri 15,90
15 Gli ultimi passi del sindacone Andrea Vitali Garzanti Libri 18,60
16 Resta con me Tami Oldham Ashcraft; Susea McGearhart HarperCollins Italia 15,00
17 La scomparsa di Stephanie Mailer Joël Dicker La nave di Teseo 22,00
18 Una morte perfetta Angela Marsons Newton Compton 9,90
19 Una di Luna Andrea De Carlo La nave di Teseo 18,00
20 Con te! Vol. 4: Cristiani. Sussidio Arcidiocesi di Milano (cur.) Centro Ambrosiano 5,50 *
21 L’amore Maurizio Maggiani Feltrinelli 16,00
22 Storia del nuovo cognome. L’amica geniale. Vol. 2 Elena Ferrante E/O 19,50
23 Noi stelle cadenti. Stars Anna Todd Sperling & Kupfer 17,90
24 Homo stupidus stupidus. L’agonia di una civiltà Vittorino Andreoli Rizzoli 19,00
25 La famiglia Aubrey Rebecca West; F. Frigerio (cur.) Fazi 18,00
26 Con te! Amici. Sussidio. Vol. 3 Centro Ambrosiano 5,50 *
27 Cresce lungo il cammino il suo vigore. Il popolo in cammino verso la città santa, la nuova Gerusalemme Mario Delpini Centro Ambrosiano 4,00 *
28 02.02.2020. La notte che uscimmo dall’euro Sergio Rizzo Feltrinelli 13,00
29 La verità sul caso Harry Quebert Joël Dicker Bompiani 9,90 T
30 La repubblichina. Memorie di una ragazza fascista Giampaolo Pansa Rizzoli 20,00
31 Cambio di rotta Elizabeth Jane Howard Fazi 18,50
32 Ogni respiro Nicholas Sparks Sperling & Kupfer 19,90
33 Il sorriso di Jackrabbit. Un’indagine di Hap & Leonard Joe R. Lansdale Einaudi 17,50
34 Resto qui Marco Balzano Einaudi 18,00
35 Storia di chi fugge e di chi resta. L’amica geniale. Vol. 3 Elena Ferrante E/O 19,50
36 Con te! Vol. 2: Discepoli. Sussidio Arcidiocesi di Milano (cur.) Centro Ambrosiano 5,50 *
37 La mia cucina delle emozioni. Ingredienti, ricette e tanta salute: gli happy food perfetti per ogni giorno Marco Bianchi HarperCollins Italia 19,00
38 Marchionne lo straniero. L’uomo che ha cambiato per sempre l’industria mondiale dell’auto Paolo Bricco Rizzoli 15,90
39 Io, te e il mare Marzia Sicignano Mondadori 16,00
40 Il mio primo dizionario. MIOT R. Mari (cur.) Giunti Junior 9,90

 

Le classifiche dei libri più venduti vengono elaborate dal Servizio Classifiche di Arianna. Il panel di riferimento è di oltre 1600 librerie aderenti al circuito Arianna, diffuse su tutto il territorio nazionale. La rilevazione viene effettuata dal lunedì alla domenica (inclusa) e la classifica viene pubblicata il mercoledì successivo all’ultimo giorno di rilevazione.

Dalla classifica generale sono esclusi i titoli con prezzo < 3€.
Il titolo in corsivo e la lettera “T” o “S” nella colonna “Tasc.” indicano i libri pubblicati in collane tascabili/supertascabili.

I titoli segnalati con (*) nella colonna “Note” sono stati venduti in una o più librerie in quantità superiori rispetto alla media della libreria.

* * *

© Letteratitudine

LetteratitudineBlog / LetteratitudineNews / LetteratitudineRadio / LetteratitudineVideo

Seguici su Facebook e su Twitter

Annunci