Archivio

Posts Tagged ‘Claudio Magris’

POLENE di Claudio Magris (recensione)

“Polene. Occhi del mare” di Claudio Magris (La nave di Teseo)

 * * *

di Giovanni Parrini

Nell’ipertrofica, quanto piuttosto piatta, produzione letteraria contemporanea, ci solleva trovare un’opera originale come Polene, ultima fatica di Claudio Magris, autore e intellettuale di vaglia, che non ha certo bisogno di presentazioni. Appare evidente, in questo lavoro – pubblicato nel 2019, dall’editore La nave di Teseo, nella collana “I fari” e definibile forse un saggio che sollecita alla riflessione sul rapporto tra Storia e Natura – la continuità di uno stile che da decenni dimostra, con sapienza e leggerezza l’una dell’altra sempre ineffabilmente nutrite, cos’è fare vera letteratura e che un’operazione di scrittura è autentica se nasce da un’irrefrenabile, incomprensibile, necessità naturale d’esserci prima di tutto per se stessa. Ed è proprio la scelta di un argomento marginale a porre in risalto la letterarietà dell’opera, a funzionare, come d’altronde in vari lavori del triestino, quale pretesto per sollecitare interrogativi escatologici, in generale, ma anche e non di meno sulle finalità della scrittura, in particolare. Leggi tutto…

CLASSIFICA: dall’1 al 7 aprile 2019 – segnaliamo “Tempo curvo a Krems” di Claudio Magris (Garzanti)

Tempo curvo a Krems - Claudio Magris - copertinaI primi 40 titoli in classifica nella settimana dall’1 al 7 aprile 2019

Questa settimana segnaliamo: “Tempo curvo a Krems” di Claudio Magris (Garzanti) – al 49° posto nella classifica generale

* * *

[variazioni rispetto alla settimana precedente]

Entra in top ten al 1° posto #NONOSTANTE di Marta Losito (Mondadori Electa)

Al 2° posto (la settimana scorsa era in 1^ posizione) “Km 123” di Andrea Camilleri (Mondadori)

Al 3° posto (la settimana scorsa era in 2^ posizione) “La versione di Fenoglio” di Gianrico Carofiglio (Einaudi)

Entra in top ten in 4° posizione “«Christus vivit». Esortazione apostolica postsinodale ai giovani e a tutto il popolo di Dio” di Francesco (Jorge Mario Bergoglio) (Libreria Editrice Vaticana )

Al 5° posto (la settimana scorsa era in 8^ posizione) “A un metro da te” di Rachael Lippincott, Mikki Daughtry e Tobias Iaconis (Mondadori)

Al 6° posto (la settimana scorsa era in 3^ posizione) “Mantieni il bacio. Lezioni brevi sull’amore” di Massimo Recalcati (Feltrinelli)

Si conferma al 7° posto (la settimana scorsa era in 9^ posizione) “After. Ediz. speciale. Vol. 1” di Anna Todd (Sperling & Kupfer)

All’8° posto (la settimana scorsa era in 4^ posizione) “Le parole di Sara” di Maurizio de Giovanni (Rizzoli)

Al 9° posto (la settimana scorsa era in 5^ posizione) “I tempi nuovi” di Alessandro Robecchi (Sellerio)

Al 10° posto (la settimana scorsa era in 6^ posizione) “Il filo infinito” di Paolo Rumiz (Feltrinelli)

* * *


Tempo curvo a Krems - Claudio Magris - copertinaQuesta settimana segnaliamo: “Tempo curvo a Krems” di Claudio Magris (Garzanti) – al 49° posto nella classifica generale

I cinque protagonisti di questi racconti si ritrovano tutti a fare i conti con un tempo che sembra non avere inizio né fine, corrente di un fiume che conduce alla foce e alla sorgente.

«Sempre vuol dire vivere o morire? Il vetro della clessidra si accende e si colora nella luce che lo attraversa, una luce dorata rugginosa quando la clessidra è colma di sabbia e giallorosa pallido quando si svuota.»

I cinque protagonisti di questi racconti si ritrovano tutti a fare i conti con un tempo che sembra non avere inizio né fine, corrente di un fiume che conduce alla foce e alla sorgente. Il ricco e ormai vecchio industriale che inscena una beffarda ritirata dalla vita; il maestro di musica che dopo tanti anni rivede il proprio allievo in un incontro di ambigua ed elusiva crudeltà; il viaggiatore che, nella piccola e assopita cittadina di Krems, mosso da una coincidenza apparentemente insignificante, scopre il non tempo della vita e dell’amore in cui tutto è presente e simultaneo; il vecchio scrittore ospite d’onore di un premio che misura la propria estraneità al mondo e ai riti della letteratura; e infine il sopravvissuto della Grande Guerra e della grande stagione culturale della Trieste absburgica e irredentista che osserva le riprese di un film dedicato a una vicenda della sua giovinezza e di quella dei suoi amici stentando a riconoscere sé stesso e i propri compagni nei gesti e nelle battute degli attori che li interpretano. Ironicamente crudeli, malinconicamente sobri, i cinque personaggi sembrano a poco a poco attutire l’intensità delle loro esistenze, sfumando la distinzione tra finzione e realtà, con la consapevolezza che anche «le pagine invecchiano come le cose vive: fanno orecchie d’asino, si sgualciscono, avvizziscono. Come la mia pelle».

* * *

Posizioni dal n. 1 al n. 10

Pos. Titolo Autore Editore Prezzo Tasc. Note
1 #NONOSTANTE Marta Losito Mondadori Electa 15,90
2 Km 123 Andrea Camilleri Mondadori 15,00
3 La versione di Fenoglio Gianrico Carofiglio Einaudi 16,50
4 «Christus vivit». Esortazione apostolica postsinodale ai giovani e a tutto il popolo di Dio Francesco (Jorge Mario Bergoglio) Libreria Editrice Vaticana 3,50 *
5 A un metro da te Rachael Lippincott; Mikki Daughtry; Tobias Iaconis Mondadori 17,00
6 Mantieni il bacio. Lezioni brevi sull’amore Massimo Recalcati Feltrinelli 14,00
7 After. Ediz. speciale. Vol. 1 Anna Todd Sperling & Kupfer 15,90
8 Le parole di Sara Maurizio De Giovanni Rizzoli 19,00
9 I tempi nuovi Alessandro Robecchi Sellerio Editore Palermo 15,00
10 Il filo infinito Paolo Rumiz Feltrinelli 15,00

 

Posizioni dal n. 11 al n. 40

Leggi tutto…

CLAUDIO MAGRIS vince il FRANZ KAFKA PRIZE 2016

È lo scrittore italiano CLAUDIO MAGRIS a vincere l’edizione 2016 del FRANZ KAFKA PRIZE

Risultati immagini per Claudio MagrisIn questi giorni è uscito in libreria il nuovo libro di Claudio Magris: “Istantanee” (La nave di Teseo) – dettagli in coda al post

È la prima volta che uno scrittore italiano si aggiudica il Premio internazionale Franz Kafka, in passato vinto da autori del calibro di: Philip Roth, Elfriede Jelinek, Harold Pinter, Haruki Murakami, Peter Handke, John Banville, Amos Oz… giusto per citarne qualcuno. L’edizione 2016 di questo premio letterario internazionale vede, dunque, sul podio Claudio Magris.

Il premio Franz Kafka è un’onorificenza della letteratura internazionale nata nella Repubblica Ceca in onore di Franz Kafka, scrittore ceco di lingua tedesca. È patrocinato dal presidente del Senato ceco e dal sindaco di Praga. Questo premio è organizzato dalla Franz Kafka Society e dalla città di Praga. Della giuria internazionale fanno parte numerose personalità letterarie internazionali.

La cerimonia di premiazione si tiene ogni anno alla fine di ottobre nella Città Vecchia, in corrispondenza della festa nazionale ceca. Oltre ad un premio in denaro (di 10.000 dollari USA), il vincitore riceve una statuetta (foto in basso), la miniatura del monumento di Franz Kafka, a Praga.

 * * *

I Vincitori dal 2001 a oggi
Leggi tutto…

CLAUDIO MAGRIS VINCE IL PREMIO FRIULADRIA 2016

IL PREMIO FRIULADRIA 2016 va a CLAUDIO MAGRIS

Motivazione: Nei suoi scritti Magris ha provato anzitutto la debolezza delle frontiere tra i popoli, giungendo poi ad abbattere quelle disciplinari tra storia e letteratura, che ha intrecciato interpretando passato e presente con grande capacità di comunicarne sfumature, contraddizioni e suggestioni. In particolare, nell’ultimo romanzo Non luogo a procedere (Garzanti), il confronto tra essere umano e storia emerge in tutta la sua asprezza e inevitabilità, anche a partire dalla tragica storia del nostro territorio nel Novecento, per risalire poi ad altre epoche di schiavi e ingiustizie.

LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE AVRÀ LUOGO IL 21 MAGGIO Leggi tutto…